Articolo

STRETCHING CAPSULARE

È una tecnica che prevede l’allungamento della capsula articolare in tutti i suoi piani, ed è utilizzata in particolar modo quando ci troviamo di fronte ad un’articolazione imperfetta o poco utilizzata che quindi perde elasticità fino ad irrigidirsi. Lo stretching capsulare stimola le ghiandole sinoviali della sinovia a produrre il liquido lubrificante che facilita lo scorrimento delle superfici articolari. Inoltre la capsula articolare, con l’invecchiamento, è destinata a subire un processo di calcificazione che causa dolore e difficoltà di movimento, con questo esercizio possiamo influire rallentando questo processo fisiologico. L’esecuzione dello stretching capsulare prevede esercizi che tendono a diminuire la pressione intrarticolare e a facilitare la separazione delle superfici articolari. In ambito rieducativo è molto utilizzato in certe patologie di spalla che causano una retrazione dolorosa a carico soprattutto della porzione posteriore della capsula articolare. In genere viene dapprima effettuato passivamente dal rieducatore (stretching assistito) e poi il paziente impara ad eseguirlo autonomamente (stretching autoassistito)